Archive for the ‘le idee’ Category

Risparmiare carburante, la soluzione del Mecio

Ieri sera, all’aperitivo del bar Beppe, il Mecio (probabilmente iper-eccitato da sovradosaggio di Crodino), ha esternato la sua teoria per risparmiare carburante nei trasporti. “È facile” ha detto, “basta fare le strade tutte in discesa”. E allora salta su il Danio che gli dice: “O Mecio, ma sei abelinato? La stessa strada che è in discesa, se la fai nel senso contrario diventa il salita”. E qui il Mecio ci ha avuto uno sprazzo di genialità e ha detto: “E alora? Basta mettere i sensi unici!” Non ci è niente da fare, il Mecio è fatto così, ci ha sempre ragione lui.

Annunci

Il centro malessere

Una delle ultime discussioni all’aperitivo del bar Beppe è stata sul come rilanciare il turismo nella zona. Difatti il turismo da noi è in calo del 50%, nel senso che prima venivano una coppia di milanesi che ci hanno qui la casa estiva, ora si sono separati e la moglie (ex) se ne va in vacanza al mare. Quindi è rimasto un solo turista. Allora è venuto fuori che ora vanno di moda i centri benessere dove uno va a fare le saune, i massaggi e tutto il resto. Solo che oramai ce ne sono talmente tanti che non si sa se poi ci sia il lavoro per tutti. Allora il Mecio è venuto fuori con questa idea del centro malessere. Un posto dove uno va per fare una vita malsana e godersi un po’ la vita. Niente sport e saune ma ristoranti con cibi estremamente grassi, locali con alcolici e superalcolici e obbligo di fumare ovunque. Così uno potrebbe fare una settimana al centro malessere e devastarsi ben bene, dopodichè fare un’altra settimana in un centro benessere per riequilibrare. Mi sembra una buona idea, ora pensiamo di fare un comitato promotore e proporre l’idea al sindaco. Ci abbiamo già nome e slogan: “Tossic Center, devastati o rimborsati”.

Studiare all’Università

Dopo che ho letto questo blog sull’Università quasi quasi mi è venuta l’idea di rimettermi a studiare. Chissà se la Giovanna è d’accordo…

Idee rivoluzionarie per snellire il traffico

Il Mecio è uno del mio paese che lo incontri spesso al bar. È un critico umano. Esitono i critici dei film o dei libri, lui invece è un critico umano nel senso che critica le persone. Nessuno escluso, cioè tranne lui stesso. A volte poi tira fuori delle idee rivoluzionarie. L’altro giorno ero al bar a prendere il caffè e ci era il Mecio con altri tre amici seduti al tavolino che parlavano dei massimi sistemi. Insomma, erano quattro amici al bar, come la canzone. Canzone che non l’ha scritta Gino Paoli ma in realtà è opera del Polli, quello delle insegne. Comunque questa è una storia che vi racconterò un’altra volta. Allora, ci erano il Mecio e gli altri tre e a un certo punto viene fuori l’argomento del traffico. Noi ci abbiamo la strada provinciale che è un casino. Al mattino tutti vanno verso la città per lavorare e alla sera rientrano. Tutti insieme. E se non bastasse c’è sempre quello con l’Ape che va a 20 all’ora o quello con il trattore che va anche più piano. Allora il Mecio ha presentato la sua idea rivoluzionaria: mettere un bazooka in cima alle macchine che se quello davanti va troppo piano, te sei autorizzato a schiacciare il bottone del bazooka e a farlo saltare per aria. L’idea ha riscosso subito grande consenso. Però a qualcuno ci è venuto il dubbio che con tanti bazooka in giro potrebbe venire fuori tipo una guerra civile. Allora la controproposta è stata che col bazooka puoi sparare al massimo tre colpi all’anno. L’unico problema è che a dicembre magari ci è l’aumento delle esplosioni per via che uno si è risparmiato i suoi tre colpi durante l’anno e allora si vuole sfogare. Comunque uno può sempre parcheggiare la macchina sul ciglio della collina al 31 di dicembre e sparare i colpi avanzati per festeggiare l’anno nuovo. Mi sembra che stavolta il Mecio ci ha avuto una buona idea.