Archive for the ‘errori nei cartelli’ Tag

Pesatevi! Ve lo consiglia il sig. Grasso…

PH20091008170727Veramente chi ha scritto questa frase riportata su una bilancia pubblica si chiama G. Grasso?

Secondo me ce lo hanno scritto per fare della commedia, dai, non è possibile!

Annunci

Violazine di domicilio

PH20090728144920

 

 

 

 

 

 

 

In realtà l’articolo 614 non parla esattamente di violazine

Non sostate lo scooter

scooterÈ ora di basta che mi sostate sempre lo scooter davanti al negozio! Un altro bel cartello in esclusiva per i lettori del blog. Fotografia fatta col cellulare in una nota isola campana. La Giovanna come al solito non ci trova niente di buffo… Ma secondo me lo fa per dispetto.

Avvistamenti di pizza d’asporto

pizza d'asportoIl Richi è il gelataio del mio paese. Pare che a fare i gelati si guadagni abbastanza bene e difatti lui non se la passa male. Si capisce anche perchè ci ha il SUV e poi fa tante vacanze. Comunque è un bravo ragazzo, è uno che se può farti un piacere te lo fa per niente. Allora come dicevo lui fa tante vacanze e difatti è appena tornato dalla Val di Fassa. E siccome lo sa che ci ho la fissa dei cartelli sbagliati, ha fatto una foto col cellulare a questa insegna di una pizzeria del posto. Comunque mi ha detto il Polli che fa le insegne, che per le insegne lui fa pagare un tanto a lettera. Allora forse i pizzaioli ci mettono l’apostrofo tra “da” e “asporto” per risparmiare una lettera e spendere di meno. Però mi ha detto il Richi che la pizza era buona.

Pizza da asporto

Io non sono proprio la persona adatta a fare il professorino di Italiano. Allora fatemi un piacere per niente: ditecelo voi ai pizzaioli che scrivere nelle insegne “Pizza d’asporto” è sbagliato. Sul “da” non si mette mai l’apostrofo. Ne so poche ma di quelle poche son sicuro. E allora ditecelo, così risparmiano i soldi di fare l’insegna due volte!

La precisione nei cartelli

pippoForse la mia lamentela di Sabato sulla condizione della strada provinciale è stata letta da qualcuno. Comunque il fatto è che stamattina c’erano dei lavori sulla strada. Allora ci hanno messo i cartelli per le macchine. Non so se funziona così anche dalle altre parti, ma qui quando mettono i cartelli per il lavori mettono dei limiti di velocità decrescenti: 30 20 10. Ma dico, si è mai visto uno andare a 10 all’ora? Se provi ad andarci ti tamponano. Questi cartelli non sono credibili e difatti non ci crede nessuno e tutti vanno come se non ci fossero. Allora bisognerebbe mettere dei cartelli più seri. E anche più precisi. Per esempio, nella pizzeria del mio paese c’è un cartello con scritto: “Da oggi anche farinata”. Il fatto è che quel cartello c’è da due anni. Allora dovrebbero scriverci “Da 730 giorni anche farinata”, oppure mettere un’altra scritta che va bene tutti i giorni. Ci sono anche dei cartelli che se li leggi in un altro modo ci hanno un altro significato e fanno ridere. Questo nella foto l’ho visto questa estate in vacanza. Se uno pensa che ‘Pippo” è un verbo allora il cartello fa ridere. La Giovanna dice di no e dice che sono io che sono fuori. Comunque a me mi fa ridere.