Archive for the ‘il mecio’ Tag

Chi fuma è abelinato

L’assemblea del bar Beppe durante la riunione dell’aperitivo di ieri sera, ha deliberato la seguente dichiarazione: “Chi fuma è abelinato”. Hanno votato a favore tutti i presenti tranne uno: il Mecio.  

Il Mecio - avatar ufficiale

Il Mecio - avatar ufficiale

Parentesi sul Mecio. Quando eravamo giovanotti (con la “g” minuscola) lui non fumava. Ma siccome già allora era un critico umano, il suo passatempo preferito era criticare e sbeffeggiare quelli che fumavano. Poi, raggiunta l’età della ragione, i fumatori hanno smesso e lui invece ha iniziato ed è diventato un fumatore incallito, difatti fuma circa due pacchetti al giorno della marca di sigarette che pubblicizzano al TG2. Chiusa parentesi sul Mecio. tg2

Parentesi sul TG2. Nella sigla di questo tiggì, a un certo punto si vede la Ferrari di Formula 1. Solo che si tratta di un modello di diversi anni fa, che ci ha la scritta della marca di sigarette ben visibile sull’alettone posteriore. Sono molti anni che la scritta è stata tolta dalla Ferrari, ma al TG2 continuano a usare quell’immagine. La si vede in questo filmato su You Tube ma l’immagine è un po’ sgranata. Quando invece va in televisione è chiarissima e leggibilissima. Chiusa parentesi TG2.

Tornando alla delibera, la motivazione di una presa di posizione così forte è che il fumo fa sicuramente male e chi fuma spende un sacco di soldi per una roba che fa sicuramente male. Allora il Mecio viene fuori con la storia di suo bisnonno che fumava come un turco ed è campato 95 anni. Al che il Beppe, presidente dell’assemblea, ha preso la parola ed ha detto: “Belin Mecio, ma il tuo bisnonno si è fatto due guerre mondiali ed è sopravvissuto anche alla spagnola. Ci aveva un fisico come un Caterpillar. Te sei un seghino e se continui a fumare così non so quanto duri.” Allora il Mecio ci è un po’ rimasto male e si è diretto verso la porta toccandosi certe parti anatomiche. Poi è uscito e si è acceso una sigaretta.

Annunci

Ci ho più casini io che Amsterdam

amsterdamIn effetti in questo periodo sono stato molto impegnato e il tempo che ho dedicato al blog è stato poco. Tuttavia nella nuova classifica di Wikio questo blog guadagna quasi 4000 posizioni! Come le calcolano queste classifiche proprio non lo capisco. Il mio sogno comunque è entrare nella top 300 e ho fatto una scommessa col Mecio che ci riesco entro sei mesi. La posta in gioco è molto alta: strip tease sul biliardo del bar Beppe nel momento di massima affluenza (cioè l’aperitivo del venerdì sera) per chi perde. Con tanto di colonna sonora di Donna Summer. Già me lo vedo il Mecio in mutande che balla Hot Stuff. Looking for some hot stuff…

Il ritorno di Mystery Man

Al bar Beppe prosegue la discussione lanciata dal Mecio sull’utilità di Internet, cioè sul fatto che sia una cosa furba o meno pagare i 29 euro al mese alla ditta del Wireless (che non va come la fibra ma meglio di niente) oppure se sia meglio tenersi i soldi e magari investirli in una scorpacciata di lupini alla fiera. Io non ci ho ancora le idee ben chiare e quindi mi pronuncerò nelle prossime puntate.Intanto però penso che se non ci era Youtube me lo potevo anche scordare di risentire Mystery Man, la mitica canzone di Clive Stevens degli anni 80. Internet batte i lupini uno a zero.

Risparmiare carburante, la soluzione del Mecio

Ieri sera, all’aperitivo del bar Beppe, il Mecio (probabilmente iper-eccitato da sovradosaggio di Crodino), ha esternato la sua teoria per risparmiare carburante nei trasporti. “È facile” ha detto, “basta fare le strade tutte in discesa”. E allora salta su il Danio che gli dice: “O Mecio, ma sei abelinato? La stessa strada che è in discesa, se la fai nel senso contrario diventa il salita”. E qui il Mecio ci ha avuto uno sprazzo di genialità e ha detto: “E alora? Basta mettere i sensi unici!” Non ci è niente da fare, il Mecio è fatto così, ci ha sempre ragione lui.

Il centro malessere

Una delle ultime discussioni all’aperitivo del bar Beppe è stata sul come rilanciare il turismo nella zona. Difatti il turismo da noi è in calo del 50%, nel senso che prima venivano una coppia di milanesi che ci hanno qui la casa estiva, ora si sono separati e la moglie (ex) se ne va in vacanza al mare. Quindi è rimasto un solo turista. Allora è venuto fuori che ora vanno di moda i centri benessere dove uno va a fare le saune, i massaggi e tutto il resto. Solo che oramai ce ne sono talmente tanti che non si sa se poi ci sia il lavoro per tutti. Allora il Mecio è venuto fuori con questa idea del centro malessere. Un posto dove uno va per fare una vita malsana e godersi un po’ la vita. Niente sport e saune ma ristoranti con cibi estremamente grassi, locali con alcolici e superalcolici e obbligo di fumare ovunque. Così uno potrebbe fare una settimana al centro malessere e devastarsi ben bene, dopodichè fare un’altra settimana in un centro benessere per riequilibrare. Mi sembra una buona idea, ora pensiamo di fare un comitato promotore e proporre l’idea al sindaco. Ci abbiamo già nome e slogan: “Tossic Center, devastati o rimborsati”.

Macchina nuova, paghi da bere

c-maxFinalmente mi è arrivata la macchina nuova. È una Ford C-Max ma io la chiamo la “Barbo-mobile” perché ci ha il muso uguale a quello del simpatico pescione fluviale. Allora il rito è che devi andare al bar a farla vedere e poi pagare da bere a tutti. Ovviamente al bar ci era anche il Mecio che, come vi ho già detto, è un critico umano. Però lui non critica solo le persone ma anche le cose. Criticare le cose per lui è come criticare le persone. Difatti segue il ragionamento: Questa cosa fa schifo. Te hai comprato questa cosa. Te sei abelinato perché compri delle cose che fanno schifo. Non fa una piega. Allora appena ha visto la macchina ha detto che il colore non va bene perché ce ne sono troppe grigie e poi ha trovato da ridire perché “se ci mettevi sopra qualcosa ti compravi la Touran”. Allora io gli ho detto che a me la Touran non mi piace perché mi sembra la scatola della carne Montana con le ruote, e poi non ci ho simpatia per quelli con la Wolkswagen perché mi sembra che si credono che sanno tutto loro. Poi ha trovato da dire anche perché il motore ci ha il FAP e lui ha sentito che dà dei problemi. Io invece mi ero informato e avevo letto sui blog che non era vero. Difatti sui blog dicono tutti che la C-Max è come la Papa-mobile: va da Dio e non consuma un’ostia. Comunque lui ha continuato a criticare e allora io mi sono stufato e gli ho detto: “Belin Luca (il Mecio si chiama Luca di nome) ho capito perché non hai trovato moglie, perché anche se te la facevano di marmo di Carrara non ti andava bene e dicevi che era troppo bianca! Dai, beviti quel Crodino prima che si sgasa…”

Idee rivoluzionarie per snellire il traffico

Il Mecio è uno del mio paese che lo incontri spesso al bar. È un critico umano. Esitono i critici dei film o dei libri, lui invece è un critico umano nel senso che critica le persone. Nessuno escluso, cioè tranne lui stesso. A volte poi tira fuori delle idee rivoluzionarie. L’altro giorno ero al bar a prendere il caffè e ci era il Mecio con altri tre amici seduti al tavolino che parlavano dei massimi sistemi. Insomma, erano quattro amici al bar, come la canzone. Canzone che non l’ha scritta Gino Paoli ma in realtà è opera del Polli, quello delle insegne. Comunque questa è una storia che vi racconterò un’altra volta. Allora, ci erano il Mecio e gli altri tre e a un certo punto viene fuori l’argomento del traffico. Noi ci abbiamo la strada provinciale che è un casino. Al mattino tutti vanno verso la città per lavorare e alla sera rientrano. Tutti insieme. E se non bastasse c’è sempre quello con l’Ape che va a 20 all’ora o quello con il trattore che va anche più piano. Allora il Mecio ha presentato la sua idea rivoluzionaria: mettere un bazooka in cima alle macchine che se quello davanti va troppo piano, te sei autorizzato a schiacciare il bottone del bazooka e a farlo saltare per aria. L’idea ha riscosso subito grande consenso. Però a qualcuno ci è venuto il dubbio che con tanti bazooka in giro potrebbe venire fuori tipo una guerra civile. Allora la controproposta è stata che col bazooka puoi sparare al massimo tre colpi all’anno. L’unico problema è che a dicembre magari ci è l’aumento delle esplosioni per via che uno si è risparmiato i suoi tre colpi durante l’anno e allora si vuole sfogare. Comunque uno può sempre parcheggiare la macchina sul ciglio della collina al 31 di dicembre e sparare i colpi avanzati per festeggiare l’anno nuovo. Mi sembra che stavolta il Mecio ci ha avuto una buona idea.

Soluzioni per il traffico

Prossimamente su questo blog le rivoluzionarie idee del Mecio per il decongestionamento del traffico sulla provinciale. Rimanete sintonizzati!