Archive for the ‘il polli’ Tag

Prostituta delle Lame, testo e musica di M. Polli

Grande successo di critica e pubblico per il concerto del Polli di ieri sera al bar Beppe, nel quale l’Artista ha proposto, oltre alle solite cover di brani di artisti famosi quali Sandro Giacobbe e Toto Cotugno, la sua nuova composizione intitolata “Prostituta delle Lame”, canzone probabile vincitrice del prossimo Premio Lunezia. Ecco il testo:

Prostituta, delle Lame
poco tempo ti rimane
per raggiunger la pensione
e lasciar la professione
in questi anni, Prostituta
hai lavorato molto sodo
ma il tempo ormai arrivato
di lasciare e attaccare
la borsetta al chiodo

Quanto hai aperto, la tua azienda
non hai fatto investimenti
nè attrezzi e capannoni
macchinari o dipendenti
per fornire, i tuoi servizi
solamente ti è bastato
fare un uso disinvolto
di strumenti che la mamma
ti ha regalato

Sulla statale, della Cisa
hai costruito la tua carriera
mentre ai bimbi dicevamo
che aspettavi la corriera
ma adesso è ora di abbandonare
stivaloni e giarrettiere
la tua età non è adeguata
per andare avanti con
l’antico mestiere

Ma c’è una cosa, Prostituta
che vorrei farti presente
una questione morale
che ti lascia indifferente
è difatti, certamente
una cosa risaputa
che per le tue prestazioni
tu non rilasci mai
la ricevuta

ricevuta…
ricevuta…
ricevuta…
Prostituta!

Annunci

Il nuovo tormentone musicale

Prossimamente, solo su questo blog, il testo di quello che sarà il nuovo tormentone musicale, cioè la nuova canzone del Polli. Il Polli infatti, dopo che Gino Paoli gli ha fregato l’idea di Quattro amici al bar, ha pensato di farmi pubblicare sul blog il testo della sua nuova canzone, così rimane la data del post e uno non può dire di averla scritta prima di lui. Geniale vero? Stay tuned.

Il Polli e il tappo del Cynar

Il nostro mitico Polli ha attraversato anche una fase inventore. Cioè inventava delle cose. La storia che vi racconto è successa più di 30 anni fa al solito bar. Nel corso degli anni sono cambiati diversi baristi ma il bar è rimasto sempre quello. Anche l’arredamento è il solito di adesso. Allora quella sera il Polli, che allora era molto giovane, ordina da bere. Chiede una Sambuca. Il barista di allora porta la Sambuca ma il Polli, che ci ha il palato fino, si accorge subito che il liquore è stato annacquato. Allora gli viene in mente che in cima alla bottiglia dei liquori ci andrebbe messo un aggeggio con una sfera di chiusura in modo che il liquido possa solo uscire dalla bottiglia e non entrarci, così i baristi disonesti ci averebbero avuto vita difficile. Il barista prende l’idea al volo, fa un disegno del dispositivo e lo deposita all’ufficio brevetti. Poi contatta i produttori dei liquori e riesce a vendere il brevetto alla ditta che produce il Cynar, la quale lo paga un mucchio di soldi. Tanto che lui molla il bar e va nell’isola di Antigua, nei Caraibi, dove vive ancora adesso di rendita. E il povero Polli, che ci aveva avuto l’idea è ancora qui a fare le insegne. Le fa rosse o blu. O rosse e blu insieme ma con lo sfondo bianco.

Le incredibili (e sfigate…) avventure del Polli

Prossimamente su questo blog tornano le avventure del Polli. Di scena la fase inventore. Rimanete sintonizzati!

Le avventure del Polli, la fase rallistica

Il Polli fa le insegne. Le fa un po’ tutte uguali, lo sfondo bianco e le scritte blu o rosse. Oppure blu e rosse insieme. Ma in realtà lui fa le insegne come ripiego perché è stato sfortunato in altre attività. Perchè il Polli è il classico artista sfigato che ci avrebbe mille possibilità ma poi non ne va in porto neanche una. Come ogni artista che si rispetti, anche lui ci ha avuto diverse fasi nella vita. Una delle fasi è quella rallistica, cioè quando faceva i rally con la 127. L’episodio simbolo di questa fase è accaduto durante un rally in Versilia al quale partecipava anche Marku Allen che però al tempo non era ancora molto famoso. Allora succede che alla 127 del Polli si buca una gomma e lui non ci ha quella di scorta. Allora il Marku Allen trova il Polli fermo nella strada con una gomma bucata e gli fa: “Tieni Polli, prendi una delle mie gomme. Prendila te che ci hai più possibilità”. Allora lui prende la gomma, la mette sulla 127, riparte e vince la corsa. Solo che poi viene squalificato perchè ci aveva una gomma che non era regolare per la sua macchina! Ma si può essere più sfigati del Polli? Al bar dicono di no, però non è che ci credono tutti alle sue storie.

Le incredibili avventure del Polli

Dalla fase rallistica a quella cantante. Tutte le incredibili avventure del Polli, prossimamente su qusto blog! Rimanete sintonizzati!

Avvistamenti di pizza d’asporto

pizza d'asportoIl Richi è il gelataio del mio paese. Pare che a fare i gelati si guadagni abbastanza bene e difatti lui non se la passa male. Si capisce anche perchè ci ha il SUV e poi fa tante vacanze. Comunque è un bravo ragazzo, è uno che se può farti un piacere te lo fa per niente. Allora come dicevo lui fa tante vacanze e difatti è appena tornato dalla Val di Fassa. E siccome lo sa che ci ho la fissa dei cartelli sbagliati, ha fatto una foto col cellulare a questa insegna di una pizzeria del posto. Comunque mi ha detto il Polli che fa le insegne, che per le insegne lui fa pagare un tanto a lettera. Allora forse i pizzaioli ci mettono l’apostrofo tra “da” e “asporto” per risparmiare una lettera e spendere di meno. Però mi ha detto il Richi che la pizza era buona.