Archive for the ‘la giovanna’ Tag

Roberto Re ti toglie dai casini

In vacanza ho fatto una cosa per me insolita: ho letto un libro. La Giovanna era andata in edicola a comprare un giornale e con pochi euro in più davano anche il libro “Smettila di incasinarti”. A lei non interessava ma io invece ho pensato che un libro con questo titolo mi faceva comodo. Così l’ho preso e me lo sono letto in una mattinata. Certo che se i libri da studiare fossero tutti scritti da Roberto Re ora ci avrei almeno tre lauree! Comunque il libro è molto bello e spiega che a volte la gente si complica la vita senza bisogno. Secondo me questo è il libro adeguato per la Giovanna. Allora le ho detto se lo voleva leggere. Lei, che è abituata a leggere i classici della letteratura, lo ha preso, ci ha dato una sfogliata e poi ha detto: “Non mi piace, è superficiale”. Mi dispiace per Roberto Re ma far contenta la Giovanna è una cosa quasi impossibile!

Annunci

Sei più fuori di Pannella

Me lo dice sempre la Giovanna quando combino qualcosa. Oggi però ci ho avuto l’occasione di dirlo a lei perchè ne ha fatta una coi fiocchi. Ha buttato i vestiti vecchi nel cassonetto della Caritas e con i medesimi ci ha buttato anche la chiave della macchina. Allora è scattato il “Belin Giovi, sei più fuori di Pannella!”. Poi sono andato a casa e neanche a farla apposta ci era Pannella al TG5 con tanto di sigaretta accesa. Ma come si fa ad andare alla televisione a cercare i voti con la sigaretta accesa? Almeno speriamo che fosse solo una sigaretta…

Pubbliche scuse

Come aveva dovuto fare il Silvio Berlusconi che si era fatto riprendere in allegra compagnia, anche a me tocca di fare pubbliche scuse alla consorte, ma per molto meno, e cioè per un mio commento gogliardico a questo articolo sul blog Lunidata. Dai Giovi, non ti arrabbiare, si fa per ridere.

Buona Pasqua

Stamattina, quando mi sono svegliato, mi sono avvicinato alla Giovanna e le ho detto: “Buona Pasqua Giovi”. Lei si è girata e mi ha detto: “Altrettanto”. Forse non era ancora bene sveglia.

Il romanzo della Giovanna

La Giovanna sta scrivendo un romanzo. Siccome è molto brava a scrivere, probabilmente scriverà un bel romanzo. Il fatto è che prima mi trovava da dire che ero sempre al compiuter, adesso invece i ruoli si sono ribaltati. E così ci ho avuto l’occasione di dirle: “Giovi, sono molto contento che stai scrivendo il tuo romanzo, ricordati però che anche Gaetano stava sempre al compiuter…”

Studiare all’Università

Dopo che ho letto questo blog sull’Università quasi quasi mi è venuta l’idea di rimettermi a studiare. Chissà se la Giovanna è d’accordo…

Gli opinionisti del bar Beppe

Al mattino, prima di aprire il negozio dei formaggi, vado a fare colazione da Beppe. Quando uno fa colazione al bar, avrebbe piacere di dare un’occhiata al giornale. Purtroppo da Beppe ci sono sempre tre pensionati che sono lì dalle 7 e che monopolizzano il giornale. Leggono un pezzetto e poi iniziano a fare commenti tipo: “Ma guarda dove siamo finiti!”, e l’altro “Tutta colpa di Berlusconi!” e quell’altro ancora “Belin, guarda che anche la sinistra ha fatto i suoi bei casini!”. Intanto che commentano verrebbe voglia di chiedergli se ti fanno vedere il giornale, ma se ti provi ad avvicinare ti guardano in cagnesco. Vanno avanti così tutta la mattina. L’unico giorno che si può leggere il giornale è quando danno le pensioni che allora gli opinionisti alle 7 sono già davanti alle Poste a litigarsi su chi ci era prima. Il Beppe una volta ci ha messo nel bar un cartello con scritto: Il giornale del bar è di tutti. Allora io gli ho fatto gentilmente notare che doveva scriverci anzi: Il giornale del bar è per tutti. Allora lui mi ha detto: “Belin Guido, te ci hai proprio una fissa per i cartelli!”. Poi lo ha corretto ma tanto il risultato con i tre opinionisti è stato pari a niente. Allora io ci ho detto al Beppe che deve comprare due giornali ma lui mi ha detto che ci ha dei problemi con il badget. Così io gli ho detto che quella del Gianni Badget Bozzo era una scusa e che se non risolveva il problema io la colazione la andavo a fare al bar della Total. Ma lui mi ha detto che non ci sarei mai andato sia per una questione affettiva e sia perchè al bar della Total la barista è una bella donna e se lo viene a sapere la Giovanna che vado lì mi fa sicuramente una scenata. Certo che il Beppe li conosce proprio bene i suoi clienti.

Non sostate lo scooter

scooterÈ ora di basta che mi sostate sempre lo scooter davanti al negozio! Un altro bel cartello in esclusiva per i lettori del blog. Fotografia fatta col cellulare in una nota isola campana. La Giovanna come al solito non ci trova niente di buffo… Ma secondo me lo fa per dispetto.

I problemi dei bloggers

Ora che sono un blogger a tutti gli effetti, mi rendo conto che bloggare comporta diversi problemi. Uno su tutti la gestione del tempo tra famiglia e blog. Ieri sera ero al compiuter e a un certo punto la Giovanna mi ha aggerdito verbalmente rimproverandomi di stare sempre lì e di trascurarla. La Giovanna è gelosa. Ma è una gelosia strana. Difatti non è gelosa solo delle donne ma anche delle cose. Se dedico del tempo ad una cosa lei si ingelosisce. Difatti mi ha detto “Belin, ma adesso sei sempre al compiuter!”. Allora io ho cercato di spiegare e le ho detto: “O Giovi, vedi che adesso sono un blogger e bisogna che ci dedico un po’ di tempo a questa attività”. E lei allora mi ha detto: “Te ce ne hai sempre una nuova per evitarmi. Prima il sacsofono, poi i motorini degli anni 80, adesso i blog!”. Così io ho replicato: “Perchè, cosa c’è che non va con il mio Ciao? Che fastidio ti dà? Comunque io non è che sono un vagabondo. Sto sempre nel negozio dei formaggi e quando non lavoro ci avrò pur diritto ai miei hobbis, o no?”. A questo punto la Giovanna ha giocato il jolly e mi ha detto: “Te farai la fine di Gaetano, anche Gaetano stava sempre al compiuter!”. Gaetano è uno che tanti anni fa passava le notti al compiuter e allora non c’era nemmeno Internet. Poi la moglie lo ha lasciato e si è rifatta una vita. Lui no, è rimasto da solo ed è tornato nella sua città che è Milano, a dispetto del nome. Comunque, memore della sorte di Gaetano, ho spento il compiuter e sono andato a fare la pace con la Giovanna. Ma quella del blogger è proprio una vitaccia.

Enrique, facci il karaoke giapponese!

Ho scovato il blog di Enrique Balbontin. È il comico che è diventato famoso a fare le lezioni di savonese. A me però piaceva tanto la sua perfomance del karaoke giapponese. Non l’ho più vista da nessuna parte. Mi sa che non c’è neanche su Youtube. Che tanto poi col 56k ci metterei una vita a vederlo. Comunque alla Giovanna non ci piaceva nè il karaoke nè il savonese. Ma lei c’ha il senso del comico un po’ deviato. Quando c’era a Bulldozer io ridevo come un matto mentre lei stava seria e diceva che gli sembrava abelinato. Allora io le dicevo: “O Giovi, ma se era normale non faceva ridere!”. Comunque la Giovanna coi comici è sempre così. In ogni modo sul blog di Balbontin ci sono tante immagini e video ma con il 56k non mi si caricano. Lo riguarderò appena mettono la fibra.